Puliamo il buio

Iniziativa legata a “Puliamo il Mondo”

Il Gruppo Escursionistico Speleologico Ostunese GEOS con il patrocinio del Comune di Ostuni, anche quest’anno partecipa all’iniziativa promossa dalla Società Speleologica Italiana e da Legambiente denominata “PULIAMO IL BUIO 2017”

L’attività sarà svolta Domenica 24 settembre a partire dalle ore 9.00 presso Monte San Magno ad Ostuni

dove insiste la cavità carsica già censita presso il catasto grotte della federazione speleologica pugliese con N. PU_856 e denominata “Grotta di Monte San Magno”.

Il Lavoro condotto in collaborazione con la nostra associazione Proloco di Ostuni ha lo scopo di bonificare, almeno in parte, l’aria antistante la grotta. Infatti considerando l’incuria a cui è stata soggetta e divenuta negli anni ricettacolo di rifiuti (plastica, vetro, inerti, pneumatici ecc.) provocando danni all’ambiente carsico e alle risorse idriche.

Coinvolgendo associazioni e liberi cittadini all’iniziativa il Gruppo Escursionistico Speleologico Ostunese e La Proloco di Ostuni credono che si possa educare ciascuno a prestare maggiore attenzione al territorio ed al suo “sistema arterioso” che noi tutti chiamiamo grotte.

Alla fine dell’attività di bonifica sarà condotta un’escursione all’interno della piccola cavità carsica a cui potranno prendere parte, sia pur in piccoli gruppi, chiunque voglia partecipare all’evento. Il gruppo Speleologico Ostunese si incaricherà della descrizione dei luoghi, che presentano oltre ai manufatti litici tipici della presenza dell’uomo, la classica composizione di cavità di origine marina tipiche della scarpata murgiana.

Le grotte sono continuamente presenti nell’immaginario collettivo e l’uomo ne è sempre stato incuriosito ed attratto: da un lato essa è il luogo mistico che ci avvicina al ventre della terra, dall’altro un sito adatto a fornire riparo e protezione.

Il mondo che ruota attorno alle grotte è estremamente particolare, variegato e non sempre facile da comprendere, ma senza dubbio affascinante e ricco di curiosità, intriso di mistero, attraente sfida da affrontare, invita l’uomo a misurarsi con l’esplorazione e con se stesso.

Ma le cavità carsiche sono anche le condotte utilizzate dall’acqua per scorre verso il mare, gettarsi in un fiume, finire in un lago o per sfociare da una sorgente. Le grotte sono spesso le autostrade che conducono l’acqua, in altre occasioni sono “vene capillari” che permettono all’acqua di raggiungere la sua “autostrada”, ma in ogni caso ciascuna grotta è legata al ciclo vitale delle acque che è fondamentale per la sopravvivenza dell’uomo ed ogni essere vivente.

Coscienti di tutto ciò

Il Gruppo Speleologico Ostunese e la Proloco “La Bianca tra gli Ulivi”, invitano cittadini ed associazioni che vogliano partecipare all’evento di telefonare ai numeri:

   Francesco      338.9095849 (Gruppo Geos)

   Madia             392.3227086 (Proloco Ostuni)

Condividi il contenuto di questa pagina